lunedì 21 novembre 2011

Crescita Economica Composta e Atlante

Ci vuole pazienza. Non appena diverrà chiaro ai lavoratori più giovani che l'attuale sistema pensionistico finanziato dal governo (a cui stanno "giocando") è un gioco truccato, e che il sistema è in realtà uno schema di Ponzi, si ribelleranno. Finora si è votato per politici che hanno fatto promesse in nome di programmi statisticamente condannati, i quali andranno in bancarotta quando questi lavoratori andranno in pensione. I due grandi sistemi di welfare trovano ancora sostegno politico perché ci sono ancora persone assuefatte alla "droga statale" e li votano per il loro stesso interesse. Votano in percentuali più elevate rispetto ai lavoratori più giovani. Ma, statisticamente parlando, diventeranno una minoranza. Come lo sono tutti quelli dal "lato positivo" di uno schema Ponzi. Quando gli elettori che pagano le tasse si renderanno finalmente conto che lo schema Ponzi andrà davvero in bancarotta prima che possano incassare la loro parte, chiuderanno il rubinetto.
__________________________________________


di Gary North


Se siete ancora dei contribuenti, siete Atlante. Io sono Atlante. Verrà un tempo in cui Atlante scrollerà le spalle. Ho scritto su questo argomento in precedenza:

Quando scrollerà le spalle? Prima che io possa rispondere a questa domanda, vorrei parlare di un altro fattore, la crescita economica composta.



CRESCITA ECONOMICA COMPOSTA

Come residenti dell'Occidente, tutti noi conosciamo gli effetti della crescita composta. Intorno al 1800, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti iniziarono a sperimentare una crescita economica del 2% a persona l'anno. Ciò si diffuse in Europa nel 1820. Questo fenomeno creò una nuova civiltà. Nessuno se lo sarebbe sognato nel 1800. Viviamo in un mondo che era letteralmente inconcepibile nel 1800.

Come ho scritto in precedenza, nessun economista ha ancora pubblicato un libro definitivo su come e perché ciò abbia avuto inizio, dove e quando. Il terzo volume del Prof. Dierdre McCloskey di The Bourgeois Era dovrebbe presentare le prove per una tesi unica: un cambiamento nella retorica della legittimità della ricchezza, a partire dal 1600 nei Paesi Bassi e fino a diffondersi nelle isole Britanniche dal 1700. La tesi è plausibile, ma abbiamo bisogno di vedere le prove.

Nessuno può percepire un aumento del 2% annuo. Ma, nel tempo, non possono mancare gli effetti.

Non era chiaro agli osservatori in Gran Bretagna nel 1820 che la gente stava diventando più ricca. Anche nei primi anni del 1840, ciò non era chiaro ai critici della Rivoluzione Industriale, che fossero conservatori o radicali. Ma, per la grandezza mostrata da Londra nel 1851, l'intellighenzia lo sapeva. L'uomo della strada di Londra lo sapeva. L'Occidente era visibilmente entrato in una nuova era.

Qual è il mio punto? Questo: nella fase iniziale di qualsiasi processo di capitalizzazione, i partecipanti non riconoscono il cambiamento. Ci vuole tempo. Poi, quasi senza preavviso, i risultati del processo diventano chiari quasi tutti.



GIORNO 29

Una generazione fa, in un famoso libro dal titolo The Limits to Growth, gli autori fornirono una storia sulla crescita.

Ai bambini Francesi viene raccontata una storia in cui immaginano di avere un laghetto con ninfee d'acqua che galleggiano in superficie. La popolazione delle ninfee raddoppia di dimensione ogni giorno e, se non controllate soffocheranno lo stagno in 30 giorni, uccidendo tutti gli altri esseri viventi nell'acqua. Giorno dopo giorno la pianta sembra piccola e così viene lasciata crescere fino a che non copre metà stagno, prima che venga tagliata. Viene poi chiesto loro: "In quale giorno accadrà?" Si rivela essere il 29° giorno, e poi ci sarà un solo giorno per salvare il laghetto.

Questa storia è più popolare nel movimento crescita zero di quanto lo sia tra gli economisti di libero mercato. Ma la matematica è la stessa. Se qualcosa cresce di 100% al giorno, il giorno prima che lo spazio si riempia occupa fisicamente la metà. E' temporalmente tardi nel processo.

Chiamiamolo il fenomeno del giorno 29. Potrebbe essere l'anno 29 se la data del raddoppio è un anno. Il punto è questo: le persone non prestano attenzione ad un processo di capitalizzazione a meno che il processo sia in fase finale. La prima metà del periodo può passare, ma solo una manciata di specialisti lo notano. Il periodo di tempo è lineare, il processo di crescita è esponenziale. Notiamo il periodo di tempo, perché è quello che ci è familiare. La crescita composta non è facilmente riconoscibile.

Eppure, anche il periodo di tempo percepito si velocizza. L'anno dal giorno dopo di Natale fino al prossimo Natale sembra interminabile per un bambino. Non sembra così lungo per un nonno. "Raggiungerai i 30 anni prima di accorgertene", mi disse mia nonna al mio 25° compleanno. Avevo 50 anni quando me ne accorsi.

Un anno è meno di una frazione della nostra vita mentre invecchiamo. Il numeratore rimane a uno. Il denominatore diventa più grande.

"Dov'è finito il tempo?" Proprio dove i nostri nonni, hanno detto che sarebbe andato.



PENSIONAMENTO

La combinazione di questi due processi è importante in ogni programma valido di pensionamento. Quanto prima si prevede di andare in pensione, tanto più la combinazione è cruciale.

Ben Franklin scrisse 250 anni fa: "Un bambino pensa che £20 e 20 anni non possono essere mai spesi." Scrisse "pounds", ma non intendeva il peso. (Quando avrete 70 anni, rivedrete questa cosa: "£20 non possono essere mai versate.")

La velocità con cui scorrono 25 anni è una delle spiacevoli sorprese della vita. Questo è il motivo per cui è fondamentale trovare il modo di guadagnare un tasso di rendimento composto. Più si è giovani quando si scopre questo metodo, prima si può andare in pensione – prima che arrivi "l'anno 29".

Anni fa, Richard Russell scrisse quello che sarebbe diventato l'articolo più importante che lui avesse mai scritto. Russell è il gran maestro degli scrittori di bollettini d'informazione finanziari. Ha scritto per oltre 50 anni. Egli è probabilmente colui che ha avuto maggior successo in questo campo: un sacco di abbonati, rinnovi quasi automatici, e senza spese di pubblicità. L'articolo era sulla crescita composta. Dimostrò che un tasso di rendimento del 10%, se raggiunto abbastanza presto nella vita, produce un risultato sorprendente.

Per sottolineare il potere della capitalizzazione, includerò questo studio straordinario, per gentile concessione di Market Logic, of Ft. Lauderdale, FL 33306. In questo studio si ipotizza che l'investitore (B) apra un IRA all'età di 19 anni. Per sette periodi consecutivi mette $2,000 dollari nel suo IRA ad un tasso medio di crescita del 10% (7% più gli interessi di crescita). Dopo sette anni questo tizio NON METTE PIU' contributi – ha finito.

Un secondo investitore (A) non mette alcun contributo fino all'età di 26 anni (questa è l'età in cui investitore B aveva finito con i suoi contributi). Poi A continua fedelmente a contribuire con $2,000 ogni anno fino a che non avrà 65 anni (allo stesso tasso teorico del 10%).

Ora studiamo i risultati incredibili. B, che ha messo il suo contributo in precedenza e che ha messo solo sette contributi, finisce con più soldi di A, che ha messo 40 contributi, ma in un SECONDO MOMENTO. La differenza tra i due è che B ha avuto sette anni in più di capitalizzazione rispetto ad A. Quei sette panni valevano più di tutti i 33 anni di contributi aggiuntivi di A.

Non è facile ottenere il 10% annuo al netto delle imposte. Ma i numeri non mentono. A causa del potere della capitalizzazione, chi parte prima ottiene un vantaggio. Eddie, se è costante sin dai 19 anni, è il vincitore.

La gente non comprende ciò a 19 anni. Quindi, non si disciplina per salire a bordo del treno della crescita composta. Più a lungo attende, tanto più difficile sarà raggiungere la destinazione.



2000-2011: PASSATI IN UN UN LAMPO

Il 13 Agosto 1982, il Dow Jones Industrial Average andava a 777. Ha raggiunto il picco in termini di potere d'acquisto il 14 Gennaio 2000, a 11,723. Sin da quel momento, il dollaro si è deprezzato di circa un terzo.

La manciata di investitori azionari che ha messo il 100% del loro denaro in fondi di investimento comuni senza spese di acquisizione ha fatto molto bene, 1982-2000. Si vedevano ricchi. Ma poi il mercato azionario ha vacillato. Le dot-com l'hanno fatto colare a picco. Non ha mai ritrovato il suo punto più alto di una decina di anni fa.

Nel frattempo, le persone che avevano grandi sogni per i loro anni d'oro, e che sono salite su abbastanza presto (1982), hanno visto le loro speranze andare in frantumi. Perché? A causa del fatto che il tasso di rendimento composto è terminato nel 2000. Si è invertito. Ma gli investitori sono invecchiati.

Hanno sperimentato un doppio smacco:
  1. la fine della crescita composta delle azioni; e
  2. la percezione del tempo in accelerazione.
Sentono che la strada per una vita facile è finita. Il tasso di rendimento superiore al 15% annuo, 1982-2000, non è mai tornato. I fedeli hanno riagganciato, ma senza benefici.

Con i tassi dei buoni del Tesoro a breve termine a circa 0, e con i tassi dei T-bond a 30 anni a circa il 3%, i tassi elevati di rendimento composto sono scomparsi. Anche il settore immobiliare si è invertito dopo il 2006.

Ciò ha creato una crisi. I potenziali pensionati che pensavano che non potevano essere fermati nel 2000 sono stati fermati. Stanno invecchiando. La loro percezione del tempo in accelerazione è inevitabile. Questo è il monito che gli anziani hanno dato fin da quando la prima generazione si è ritrovata con i capelli grigi.

Il capitale necessario per consentire alle persone di andare in pensione si sta sciogliendo. Il tasso di crescita non offre alcuna speranza. Il debito Federale aumenta inesorabilmente. I capitali vanno a finire nel governo, non nel settore privato.

Gli investitori continuano a versare denaro nelle azioni nella vana speranza che il deficit Federale sarà sconfitto dalla crescita economica. Non lo sarà. Hanno la speranza che i mercati dei capitali possano perdere $1.3 biliardi all'anno a favore del governo Federale ed ancora produrre una crescita sostenuta. Si sbagliano. Ma se questa buca per l'assorbimento di capitali può essere chiusa, il processo di crescita composta vecchio di 200 anni può essere ripristinato.

Le ninfee della crescita economica non hanno alcun limite conosciuto, a differenza delle ninfee nel lago. Ci sono sempre dei limiti nella vita. C'è sempre scarsità. Ma i limiti continuano ad ampliarsi man mano che impariamo di più e troviamo modi migliori per servire il prossimo. Ci sono limiti alla crescita, perché ci sono ancora i prezzi, ma non ci sono limiti noti alla crescita.

Gli effetti degli investimenti dei capitali, quando accoppiati con l'arrivo degli Asiatici nella zona di crescita del capitalismo Occidentale, ci offrono enormi possibilità. E' da 200 anni che ci troviamo in questo processo di capitalizzazione. Per un raddoppio del 2% annuo ci vogliono 35 anni. In poco più di un secolo, la ricchezza raddoppierà, poi radoppierà, poi raddoppierà di nuovo. Gli effetti saranno percepiti da miliardi di persone.

Le ninfee della ricchezza stanno affrontando un periodo di crescita-zero o addirittura contrazione. Ciò a causa dell'espansione del governo civile e del suo debito. Ma il debito può essere abbandonato attraverso l'azione politica, e lo sarà.



ATLANTE INFINE SCROLLERA' LE SPALLE

Atlante scrollerà le spalle. Non intendo l'Atlante del romanzo di Ayn Rand su una piccola banda di eroici produttori d'elite. Intendo l'Atlante dei contribuenti non-eroi. Diranno: "vogliamo fermare la consuetudine dell'ottenere molto con poco sforzo."

Nel romanzo della Rand, la società crolla quando una piccola banda di eroi imprenditori parte per la Valle Felice degli Imprenditori nelle Montagne Rocciose. Scrollano le spalle; la società crolla. Ma la società non è quello che lei immaginava. La sua produttività deriva dagli sforzi decentrati di miliardi di imprenditori. Hayek aveva ragione: questo è l'ordine spontaneo in azione. Ha poco a che fare con figure eroiche. Ha principalmente a che fare con gente comune che trova il modo di servire l'altra gente comune. Questa è la divisione del lavoro.

Il segno del collasso sociale in Atlas Shrugged è un incidente ferroviario in una galleria: il risultato dell'incompetenza degli uomini comuni accoppiata con la regolamentazione governativa. La Rand si sbagliava di grosso. Il treno che finirà nel tunnel è l'atteggiamento del governo di ottenere molto con poco sforzo.

L'immagine di Atlante è sbagliata: un gigante che porta il mondo sulle spalle. Dovrebbe essere un gigante con due carichi sulle spalle, uno col nome "clienti" (spalla destra) e l'altro con la scritta "vecchi" (spalla sinistra). Tutto ciò che deve fare per essere solvente è scrollare la sua spalla sinistra.

Atlante si scrollerà le spalle da un carico: i dipendenti in età avanzata che si sono fidati delle promesse dei governi. Lo farà per portare meglio il carico dei clienti paganti. Servire i clienti spesso non è eroico. È una cosa comune in una società libera.

Atlante scrollerà le spalle. Manderà le persone al Congresso che voteranno per ridurre l'onere di mantenere le promesse politiche fatte da politici morti da tempo e recentemente in pensione. Gli elettori possono invertire in qualsiasi momento il suono rumoroso di risucchio che emette la spesa pubblica. Quando il dolore diventa abbastanza grave, Atlante scrollerà le spalle.



LA RIVALITA' POLITICA TRA LA COLPA E IL DOLORE

Il welfare si basa su un senso di colpa fuori luogo. Si basa sulla manipolazione del senso di colpa. I gruppi politici con interessi particolari convincono il governo a fornire loro i salvataggi quando il libero mercato li avrebbe altrimenti imposto sanzioni negative.

I salvataggi sono un modo di vivere. Ogni beneficiario dice che il suo IOU del governo è legittimo. Tutti loro dicono: "Fermate i salvataggi per loro, e date a noi i soldi". La politica moderna si basa tutta sul far aumentare i salvataggi e poi fare una campagna per ottenere i voti affinché i fondi vengano trasferiti a gruppi diversi.

Non avviene mai la situazione inversa. Ciò perché il dolore deve essere rinviato. Come? Col processo di capitalizzazione. Atlante diventa più forte a causa della crescita del capitale.

Ora questo capitale sta fluendo nel governo degli Stati Uniti al ritmo di $1.3 biliardi l'anno. La borsite sulle sue spalle si sta intensificando. Il peso del fardello del governo è in aumento. Atlante si sta inclinando a sinistra. E' chiaro quello che deve fare. Deve tagliare il flusso di fondi al governo e tenerli per sé. Non potrà servire i clienti ed i possessori di IOU molto a lungo.

I titolari degli IOU sono politicamente meglio organizzati rispetto ai clienti. Ma i titolari di IOU devono far fronte ad una minaccia: gli IOU delle banche, dei militari e dei vecchi sono un peso maggiore rispetto alle promesse fatte a tutti gli altri. Gli elettori capiranno che la ruota deve essere invertita.

Ancora non lo capiscono. Ciò perché non sentono dolore. Quando il processo di capitalizzazione della produzione di libero mercato rallenta o si inverte, mentre la crescita composta degli IOU del governo accelera, gli elettori capiranno dove risiedono i loro interessi.



CONCLUSIONE

I sogni di Pensionamento della maggioranza degli Americani sbiadiranno, perché la maggior parte degli Americani conta sulla Previdenza Sociale e sul Medicare per una pensione confortevole. Scopriranno che ciò non è nei piani di Atlante – la grande massa di contribuenti e di elettori – che alla fine scrollerà le spalle.

Ciò potrebbe richiedere un decennio. Potrebbe richiedere un pò più di tempo. Ma arriverà. Gli elettori non sono stupidi. Capiranno cos'è quel dolore al braccio sinistro. Capiranno che possono alleviare questo dolore, non con il cortisone rappresentato dall'inflazione della moneta fiat, ma con lo scrollamento delle spalle.

Per coloro che non sono ancora in pensione, vi consiglio di fare altri piani. Siate degli scrollatori, non degli scrollati.


[*] traduzione di Francesco Simoncelli


5 commenti:

  1. C'é una cosa che mi innervosisce nei commenti di North, che nemmeno uno speculatore tosto come Casey ha: la mancanza di compassione per i poveretti che, da vecchi, si troveranno su una strada. Un po'troppo calvinista per i miei gusti.
    Gli eletti da Dio, i Prescelti da un lato, al sicuro: gli altri... cavoli loro.
    No. Non mi piace.

    RispondiElimina
  2. Ciao niki. Questa credo sia un'inevitabilità, nonostante sia (purtroppo) una cruda scena da immaginare. Non mi rallegra questa ineluttabile scenario. La salvezza verrà dispensata a chi ha provveduto a costruirsela, invece chi ha delegato terzi per costruirsi la salvezza avrà uan brutta sorpresa.

    Non solo, ma come in ogni schema Ponzi la gente se la prenderà con quelli dal lato positivo di tale schema. I vecchi saranno lasciati a piedi a causa della rabbia dei più giovani. La razza umana sta diventando dannatamente scontata. Esempio: vuoi vedere che in questa storia verrà santificato il governo ed anzi ne verrà incentivato l'intervento?

    RispondiElimina
  3. L'articolo e il suo autore sono insignificanti. Nella prima parte cita un libro (The Limit to Growth) che non ho letto, ma posso comunque immaginare che l'opinione di North sui limiti della crescita, sia economica che della popolazione sia negativa. A te e a North chiederei come vi trovereste in un paese sovrappopolato come il Bangladesh che ha una densità di 1000 abitanti per km2. Immaginate un' Italia con una simile densità e con una popolazione 5 volte più grande dell'attuale, e fate lo stesso per la zona in cui vivete. Che dite, come sarebbe positivo o negativo? Quali problemi potrebbe portare? Lo stesso vale anche per la crescita economica. Che cos'è il pil? Basta solo il pil per definire il grado di sviluppo e il benessere di un paese? Si può sperare in una crescita infinita del pil? E può, il pil essere l'obiettivo primario per una economia?

    La parte più assurda è però quanto riporta l'esempio delle pensioni. Forse sono troppo stupido per comprendere questo "studio straordinario" del "genio" Russell. Rapportiamo l'esempio in euro: i 2.000$ sono circa 1.500€. Bene, il tizio B versa 1.500€ per sette periodi si presume in un anno, ad un tasso di interesse del 10% e lo ripete per 7 anni e questo gli basta per avere una pensione. Il primo anno avrà una rendita di circa il 95% quasi il doppio di quanto versato. I 1.500€ per i 7 periodi sono 10.500€ in un anno e 875€ ogni mese. Supponendo che il tizio B versi il 25% del suo stipendio ogni mese per la pensione, fanno un reddito mensile di 3.500€.

    Il tizio A invece versa IN UN ANNO 1.500€ , che per i 7 periodi fanno 214€ e mensilmente 125€. Anche lui con un tasso del 10% e un 95% dopo un anno. Supponendo che anche lui versi il suo 25% per la pensione, il suo reddito mensile è di 500€. Ora, i "risultati incredibili" de 'stocazzo che ne ricava il genio, è che il tizio B che ha iniziato a lavorare a 19 anni e che va in pensione a 26 anni percepisce una pensione più alta di chi inizia a lavorare più tardi come il tizio A. Che invece inizia a versare a 26 e finisce dopo 40 anni ma con una pensione più bassa. Ma quello che il genio non capisce è che il tizio B percepisce un REDDITO 7 VOLTE PIÙ ALTO del tizio A, e che se quest'ultimo volesse una pensione uguale (a parità di tassi di interesse) dovrebbe lavorare fino a 74 anni (9 anni in più di contributi) per poi crepare poco dopo. La vera morale della sua favola non è quella che lui ci vuole spacciare ma è quella che tutti sanno, e cioè che chi guadagna di più può andare in pensione prima e con più soldi di chi guadagna di meno. Vorrei sapere se oltre a tradurre gli articoli, li leggi con senso critico e ti fai un opinione. Concludo che anch'io sono per un sistema pensionistico a capitalizzazione individuale, ma non a tassi del 10-15% perché sarebbe strozzinaggio, parassitismo, profitto e capitalismo puro.

    RispondiElimina
  4. L'articolo e il suo autore sono insignificanti.

    Curioso come si parta subito con gli insulti, invece che dapprima con la dimostrazione di tale asserzione. Ma vabbè, accontentiamoci.


    Nella prima parte cita un libro (The Limit to Growth) che non ho letto, ma posso comunque immaginare che l'opinione di North sui limiti della crescita, sia economica che della popolazione sia negativa.

    No, non immaginare leggi.


    A te e a North chiederei come vi trovereste in un paese sovrappopolato come il Bangladesh che ha una densità di 1000 abitanti per km2.

    Il che mi porta a considerare come mai esistano i confini. Forse stipare in un angolo di mondo migliaia di sacchi di carne sia assolutamente a vantaggio di quelli abituati a mangiare s sbafo sulle spalle degli altri.

    Zombie: perché lui no fare esempio Palestina? O Tibet? Per caso tu òdia?

    Che ne pensi di questa soluzione: li facciamo sparare a cannonate sull'antartide così ce li togliamo dai coglioni. Kissinger avrà l'onore di accendere la miccia.Va meglio così?


    Che dite, come sarebbe positivo o negativo?

    Ohibò, a Freedonia ci sono i fantasmi...


    Quali problemi potrebbe portare?

    Se lo chiedevano anche nel 1965, e ad intervalli regolari ogni dieci anni dove veniva puntualmente riportata la cazzata per cui l'anno successivo saremmo usciti fuori dai confini della Terra. Indovina un pò invece che è successo? Adesso allietami anche con qualche puttanata sulel carestie incombenti. Ah, non ci risparmiare nemmeno l'Africa. Così le risate raddoppiano.


    Che cos'è il pil? Basta solo il pil per definire il grado di sviluppo e il benessere di un paese? Si può sperare in una crescita infinita del pil? E può, il pil essere l'obiettivo primario per una economia?

    Domande legittime. Ma una domanda ancora più legittima sorge spontanea: che cazzo c'entra la crescita col PIL?

    Sai che goduria se dal PIL ci togliamo la spesa pubblica...


    La vera morale della sua favola non è quella che lui ci vuole spacciare ma è quella che tutti sanno, e cioè che chi guadagna di più può andare in pensione prima e con più soldi di chi guadagna di meno

    Ottimo. Dopo aver fatto tutti questi calcoli inutili, hai dimostrato di non aver letto l'articolo; o se l'hai letto non ci hai capito nulla. Perché guarda caso si fanno chiare distinzioni tra persone ricche e facoltose, e quelle povere. E così mi accorgo di aver già perso 10 minuti della mia risorsa più scarsa.


    Concludo che anch'io sono per un sistema pensionistico a capitalizzazione individuale, ma non a tassi del 10-15% perché sarebbe strozzinaggio, parassitismo, profitto e capitalismo puro.

    Eeeeeeeeeeeeeeeeeeeh??? Mi stai prendendo per il culo?

    RispondiElimina
  5. E ti pareva se non usciva qualcuno con la solita ritrita caricatura del calvinismo...

    RispondiElimina

ShareThis